SwissCaution sostiene l’innovazione svizzera grazie alla partnership con la Fondation pour l’Innovation Technologique

SwissCaution è lieta di essere partner della Fondation pour l’Innovation Technologique (FIT).

In questo modo, SwissCaution pone l’accento sull’innovazione tecnologica e digitale e contribuisce a promuovere il dinamismo e lo sviluppo di giovani e innovative start-up nella Svizzera romanda.

A proposito della FIT

Creata nel 1994, la Fondation pour l’Innovation Technologique è un’organizzazione senza scopo di lucro che sostiene finanziariamente le giovani start-up e ne promuove lo sviluppo.

In particolare, sostiene progetti nei settori della tecnologia e della digitalizzazione e conta oggi più di 252 start-up attive nel cantone Vaud e nella Svizzera romanda.

L’opportunità di sostenere l’innovazione per SwissCaution

Questo nuovo collegamento offre a SwissCaution l’opportunità di far parte di un ecosistema ricco e dinamico, insieme ad altri attori chiave pubblici e privati, e di sostenere aziende giovani e innovative. «È importante dare a questi imprenditori tutte le possibilità di successo, consentire loro di presentare le loro soluzioni alle sfide attuali e contribuire allo sviluppo della regione e del cantone Vaud in particolare», afferma Patrick Oltramare, CEO di SwissCaution.

Questa partnership consente di integrarsi in settori di attività che vanno al di là del campo di competenza di SwissCaution e di moltiplicare l’impatto positivo sullo sviluppo della Svizzera romanda. Come sottolinea il CEO di SwissCaution: «L’innovazione, come la digitalizzazione o l’intelligenza artificiale, sono sfide trasversali che sono al centro dell’attenzione in tutti i settori.»

Inoltre, essere partner della FIT è anche «opportunità di costruire una solida collaborazione tra i diversi attori locali, di lavorare insieme per la prosperità della regione e di mantenere relazioni privilegiate con nuove imprese e imprenditori di talento che sviluppano le loro soluzioni innovative», aggiunge Patrick Oltramare.

Scoprite le testimonianze di alcune start-up sostenute dalla FIT